Sardegna della vite e del vino

Sardegna della vite e del vino

Nel pomeriggio di lunedì 25 luglio 2016 si è svolto presso le Tenute Sella & Mosca l’incontro dal titolo “Sardegna della vite e del vino”. Alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni e operatori del settore, il Senatore Dario Stefàno, in qualità di primo firmatario, ha presentato e illustrato la proposta di legge per l’istituzione dell’insegnamento di storia e civiltà del vino nelle scuole.

Dalle parole del Senatore Stefàno e dai numerosi interventi che si sono succeduti è risultato evidente quanto sia indispensabile dotare le scuole primarie e secondarie (almeno inizialmente, per poi arrivare alle specialistiche) di uno strumento importante come questo, in grado di perseguire molteplici finalità.

Nel pomeriggio di lunedì 25 luglio 2016 si è svolto presso le Tenute Sella & Mosca l’incontro dal titolo “Sardegna della vite e del vino”. Alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni e operatori del settore, il Senatore Dario Stefàno, in qualità di primo firmatario, ha presentato e illustrato la proposta di legge per l’istituzione dell’insegnamento di storia e civiltà del vino nelle scuole.

Dalle parole del Senatore Stefàno e dai numerosi interventi che si sono succeduti è risultato evidente quanto sia indispensabile dotare le scuole primarie e secondarie (almeno inizialmente, per poi arrivare alle specialistiche) di uno strumento importante come questo, in grado di perseguire molteplici finalità.

Da un lato, infatti, la vitivinicoltura si presenta come una delle più efficaci e unificanti chiavi di lettura della storia e della civiltà del nostro paese nel corso dei secoli. Allo stesso tempo, il comparto vitivinicolo si delinea sempre più come uno dei settori trainanti dell’economia e riuscire a creare una consapevolezza della sua centralità fin dai primi livelli di istruzione non può che rafforzarne questa posizione. Infine, una maggiore conoscenza della storia e del valore di un prodotto come il vino può sicuramente contribuire a far sì che il consumo sia visto come un arricchimento culturale (oltre che edonistico), del tutto agli antipodi rispetto all’abuso di alcol che, spesso, connota i comportamenti delle giovani generazioni.

Si tratta ovviamente di un primo passo, che avrà fisiologicamente necessità del supporto e della collaborazione dei tanti soggetti interessati, a livello istituzionale, formativo e imprenditoriale.

Sardegna della vite e del vinoSardegna della vite e del vino

Anche la nostra Associazione, come ha ricordato il Presidente di AIS Sardegna Roberto Dessanti nel suo intervento, è a completa disposizione per offrire il proprio qualificato contributo nelle varie articolazioni che l’approvazione di questo disegno di legge potrà comportare, in primis nella formazione del personale docente.

L’iter parlamentare non sarà ovviamente facile, ma l’auspicio è che, con il supporto di tutti, si possa aggiungere questo importante tassello alla valorizzazione di un prodotto nobile come il vino.

Hanno letto questo post [ 18 ]