Premio eno-letterario Vermentino 2019

Premio eno-letterario Vermentino 2019

Il premio eno-letterario Vermentino 2019 scrive il suo terzo capitolo. Saranno pagine ancor più avvincenti ricche di contenuti, di storie ma sopratutto di quelle persone, che le storie, quelle vere, le vivono ogni giorno.

Di quella cultura materiale, della volontà del fare su cui si fonda la laboriosità delle nostre terre. Storie di vite, di vitigni, di lavoro duro, di sensazioni e di emozioni. Un nuovo capitolo che vedrà protagoniste a Olbia, il prossimo 19 ottobre, ben 27 case editrici di tutta Italia e 29 opere edite. Un capitolo ancor più interessante per un Premio dedicato a chi assapora il gusto di scrivere di vino, dai campi alle tavole. Pagine che hanno il sapore persistente e inconfondibile della passione e della laboriosità quotidiana. Un premio voluto dalla Camera di Commercio di Sassari e dal Comune di Olbia, insieme al Comune di Castelnuovo Magra in Liguria, dedicato del nostro miglior vino bianco, il vermentino, che in Gallura si fregia, vista la qualità che riesce ad esprimere, del marchio DOCG.
Anche in questa occasione i partner dell’iniziativa hanno posto l’accento sull’importanza del racconto capace di descrivere i paesaggi rurali, le specificità dei territori ma soprattutto le anime di un paese che ha una grande passione enologica. Come quella del Consorzio del Vermentino di Gallura, alleato con l’enoteca ligure e con i produttori toscani per la promozione di un vitigno e di una filiera che rappresentano molto più di una semplice produzione. Testimoniano la ricerca dell’eccellenza dei nostri territori.

La giuria ha selezionato 5 opere letterarie tra le 29 partecipanti. Racconti che trasmettono sensazioni ed emozioni e sono capaci di coinvolgere anche i giovani. E soprattutto i giovani saranno i protagonisti di questo nuovo capitolo, dallo scrittore diciannovenne Matteo Porru vincitore della sezione giovani del “Campiello 2019”, agli studenti dell’Ipaa della sezione ad indirizzo enologico e del “Deffenu” di Olbia che leggeranno i passi più significativi delle opere e racconteranno con le loro immagini le storie di viti e vitigni ed anche il Premio nel suo atto conclusivo.Storia e tradizioni, presente e prospetto: gli elementi per un nuovo appassionante capitolo ci sono tutti, anche in questa terza edizione. Per la giuria, che ha “chiuso i lavori” a fine settembre non è stata un’impresa semplice, tutte le 29 opere sono state capaci, infatti, di far vivere ognuna a suo modo tra le pagine un universo ogni volta da scoprire, riscoprire. E raccontare.

Benvenuto Vermentino 2019

Benvenuto Vermentino 2019

Il 18, 19 e 20 ottobre il centro storico di Olbia ospiterà l’ormai classico appuntamento con Benvenuto Vermentino, manifestazione giunta alla 5a edizione che vede la Delegazione AIS Gallura impegnata in prima fila nelle tre giornate in cui si articola il programma.

Anche quest’anno sarà possibile degustare vini a base vermentino provenienti da Sardegna (Vermentino di Gallura DOCG e Vermentino di Sardegna DOC), Liguria, Toscana e Corsica, oltre a due stuzzicanti novità rappresentate da Provenza e Sud Africa.

Nelle tre giornate sarà possibile partecipare a degustazioni tecniche, seguire conferenze e laboratori, immergersi nella suggestiva atmosfera del centro storico di Olbia per degustare durante lo shopping o per godere la magia del Vermentino abbinato a gustose specialità gastronomiche nelle “isole” predisposte per l’occasione, il tutto con l’accompagnamento musicale di numerosi artisti.

Benvenuto Vermentino è promosso dalla Camera di Commercio del Nord Sardegna, Promocamera e Comune di Olbia, realizzata in collaborazione con Confcommercio Olbia, Consorzio di Tutela del Vermentino di Gallura DOCG, Associazione Italiana Sommeliers Delegazione Gallura.

Il programma:

Venerdì 18 ottobre:

ore 15.30: degustazione tecnica presso la sala Expo, a cura dei sommelier di AIS Gallura

ore 19: Vermentino shopping night in Corso Umberto I

Sabato 19 ottobre:

ore 10.30: Premio eno-letterario Vermentino

ore 15.30: Wine digital conference presso area Expo

ore 18: degustazione enogastronomica da Via Porto Romano a Piazza Matteotti

Domenica 20 ottobre:

ore 10.30: Sport, musica e Vermentino in piazza Regina Margherita

Wine and Sardinia – 6a edizione

Wine and Sardinia – 6a edizione

Sabato 19 e domenica 20 ottobre, a Sorgono, si terrà la 6a edizione di Wine and Sardinia, importante manifestazione che vede AIS Sardegna impegnata direttamente in diversi appuntamenti. I soci AIS potranno usufruire di una riduzione del biglietto di ingresso. In allegato i file con l’invito, il programma della manifestazione e i l’elenco dei vini in degustazione.

Wine and Sardinia INVITO SALONE web soci Ais 2019 

Programma Wine and Sardinia 2019 – Documenti Google

 

Universo Primitivo – con Giuseppe Baldassarre

Universo Primitivo – con Giuseppe Baldassarre

Mercoledì 30 ottobre 2019, alle ore 19.30, a Sassari presso l’Hotel Carlo Felice, la Delegazione AIS di Sassari, grazie alla preziosa collaborazione con AIS Puglia, proporrà ai suoi associati un’imperdibile viaggio nella storia e nei segreti di un grande vino del Mediterraneo, il Primitivo. A condurre l’incontro sarà chiamato un appassionato interprete della terra pugliese, Giuseppe Baldassarre, sommelier dal 2001, referente di Guida Vitae per la Puglia, membro della Commissione Didattica Nazionale, del Consiglio e della Giunta Esecutiva Nazionale.
Si prevede, durante la serata, la degustazione di 8 particolari etichette, selezionate per noi da AIS Puglia.
L’invito è rivolto a tutti i soci AIS in regola con la quota associativa; sono disponibili max 50 posti.
Il contributo per la partecipazione è di 35 euro e comprende il seminario, la degustazione guidata, la cartellina
didattica e, in chiusura di serata, alcune proposte gastronomiche in abbinamento.
Qualora rimanessero posti disponibili, l’invito è esteso anche ad ospiti di soci AIS e la quota di partecipazione in
questo caso è di 45 euro.
Per l’iscrizione sarà sufficiente inviare una e-mail con la vostra manifestazione di interesse all’indirizzo eventi@ais-sardegna.it, specificando la causale “Universo Primitivo – Sassari”; riceverete in risposta un codice diprenotazione.
Saranno disponibili, a un prezzo speciale e solo su prenotazione, alcune copie del libro “La riscoperta del
Primitivo”, ormai esaurito in libreria.
Per qualsiasi ulteriore informazione, potrete contattare la Delegazione di Sassari ai numeri: 347.2264893 –
349.7143127 – 347.0168788.

Abbinamenti in salsa blues

Abbinamenti in salsa blues

Quando John Mayall e i suoi mitici Bluesbreakers calcavano le scene internazionali e raggiungevano l’apice del loro successo, io ero ancora molto giovane e sul mio vecchio e fedele piatto del giradischi passavano vinili di ben altri stili musicali. Dovettero passare ancora diversi anni quando, grazie all’ascolto di monumenti musicali come Eric Clapton, B.B. King e appunto John Mayall, il blues iniziò a fare parte delle mie ampie e svariate preferenze musicali.

In uno dei miei recentissimi (e a periodi rari) momenti di relax, l’ascolto di storici brani di questo grande bluesman è stato il fulcro per una delle mie tante esperienze di degustazione e abbinamento accompagnate dal fumo lento.

La scelta ricade su un Avana di interessante provenienza; si tratta del Mañanitas di Vegueros. Questo sigaro, prodotto presso la fabbrica “Francisco Donatién”, nella zona più vocata per le migliori piante di tabacco, ovvero la Vuelta Abajo nella provincia di Pinar del Rio, appartiene a una linea dedicata ai Vegueros, i coltivatori delle piantagioni cubane, ed è declinata su tre differenti ligadas: Tapados, Entretiempos e appunto Mañanitas. 

Si tratta del formato più piccolo della produzione ed è l’unico figurado, più precisamente un piramide di 100 mm di lunghezza e 46 di cepo.

L’whisky che fa da degno accompagnamento a questo interessante prodotto caraibico è il Single malt Origin 10 years old della distilleria Isle of Jura. L’unica distilleria dell’omonima isola scozzese produce questo distillato, imbottigliato dopo un duplice affinamento in botti di Bourbon prima e di Sherry Oloroso in finale. Si tratta del primo whisky prodotto dalla distilleria e in questo senso si colloca come l’antesignano di una linea che ha costituito l’asse portante della rinascita del marchio, avvenuta nel 1963, dopo che la precedente produzione, originaria del 1810, venne interrotta nel 1901.

Lo stereo diffonde al giusto volume (l’aggettivo giusto è di personale interpretazione e la consorte non sarebbe tanto d’accordo) le note di “Remember This” mentre verso nel bicchiere il distillato, con la sua veste topazio brillante, e inizio a sentire a crudo gli aromi dell’habano dalla veste colorado claro, liscia e setosa, che denota una perfetta costruzione. Gli aromi del sigaro sono delicati e invitanti; fieno, legni dolci, un accenno di cuoio e cioccolato formano un buon bouquet. Avvicino allora il naso al bicchiere per percepire i primi sentori del distillato, piacevolmente eterei, che si dipanano su note agrumate di cedro candito, nocciole tostate, seguite poi da sfumature affumicate tenui, miste ad accenni di spezie dolci. In bocca è deciso nell’ingresso alcolico, ma subito aperto su note tostate ben amalgamate con lunghe sensazioni di miele e spezie su uno sfondo appena torbato.

Accendo il sigaro e, dopo alcune boccate, il primo tercio si rivela molto delicato, abbastanza asciutto, morbido, con note di cacao, spezie dolci e accenni lignei.

In sottofondo le note dello stereo inanellano altri brani, fra cui “So Many Roads” e il blues un po’ graffiante di John Mayall continua ad accompagnare altre boccate e i sorsi dell’Whisky, in un abbinamento che si sviluppa su sinergie che esaltano gli intrecci fra le pur tenui note torbate e speziate del distillato e gli effluvi del sigaro. Nel connubio si arricchiscono le sfumature di legno e nocciola e in chiusura del sorso il palato, gradevolmente asciutto, è pervaso da aromi agrumati e canditi.

Si avvicina il finale di fumata e le percezioni si fanno un po’ più piccanti e speziate, il gusto più deciso e l’abbinamento si gioca più sui contrasti con le morbidezze dell’Whisky, le sensazioni mielate, con gli accenni maltati.

Istanti di relax che si perdono nelle note di “The Mists of Time”.

Remember this

https://www.youtube.com/watch?v=AUTGuoT0RLc

So Many Roads

https://www.youtube.com/watch?v=kUGEikZBHvo&list=PLHlE2fgsqRwYr6xG0lFZhqwUl79xZNb4B

The mists of time

https://www.youtube.com/watch?v=kmyoDqbitUc&list=PLHlE2fgsqRwYr6xG0lFZhqwUl79xZNb4B

Sempre utile ricordare che fumare nuoce alla salute!